Addio alle e-mail per una migliore collaborazione

Email_Stress

Lavorare in un ambiente vasto, magari in una grande azienda, implica che ci siano molte persone che contemporaneamente devono comunicare tra loro. E dato che il tempo è sempre troppo poco, e che le informazioni da condividere sono molte, ci si affida alle mail interne. Anche se il ricevente è due scrivanie più in là. Tutto normale? Certo! Ma sbagliato.

Questo, almeno, è il pensiero di Thierry Breton, Amministratore Delegato di AtoS, che nel 2011 annunciò l’intenzione di abbandonare definitivamente tutti i servizi di mailing interna, definendo l’enorme mole di posta elettronica come “spazzatura inquinante”.
E per chi ha provato almeno una volta nella vita lo straniamento di parlarsi tramite mail con il proprio vicino di scrivania, per comunicarsi non segreti industriali ma semplici aggiustamenti di un lavoro, può capire alla perfezione ciò che Breton affermava due anni fa.

L’affermanzione dell’ex Professore alla Business School di Harvard ed ex Ministro delle Finanze francese, è da intendersi come un miglioramento dei servizi interni ed esterni di una società come Atos, che con 74.000 dipendenti e filiali in 40 Paesi nel mondo non può certo definirsi una piccola realtà. L’obiettivo di questa “mini-rivoluzione comunicativa” era quello di migliorare il benessere sul posto di lavoro per gli addetti, e di conseguenza la produzione.

_57167361_breton2Per quanto si possa pensare che la “parte umana”, in una grande azienda, debba essere necessariamente soppiantata dalla tecnologia, l’esempio di Breton dimostra che puntando su una sinergia tra tecnologia e umanità, talvolta, possa migliorare sia il benessere all’interno dell’azienda sia la produttività.

 

A discapito delle tristi mail interne, infatti, sono stati incentivati i social network personali, ma soprattutto le capacità comunicative interpersonali.

Se vuoi congratularti con qualcuno per le sue prestazioni, vale la pena camminare 40 o 50 metri e dirglielo” concluse Breton.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...