Genova, ecco come sarà il porto del futuro

NAUTICA: ORGOGLIO UCINA, BATTIAMO BANDIERA ITALIANALa grandezza e l’importanza del porto di Genova non sono esenti dalle opere di ammodernamento, anzi. In questo senso, la città attende da anni opere, come il Terzo Valico, che consentano facilitazioni nei trasporti e aprendo, così, nuove realtà lavorative. Nonostante le speranze disilluse di Luigi Merlo, Presidente dell’Autorità Portuale, Claudio Burlando, Presidente della Regione Liguria, e Marco Doria, Sindaco di Genova, riguardo gli investimenti che sarebbero dovuti arrivare dal Governo, il porto ha già presentato la sua idea di rinnovamento.

La priorità del piano regolatore portuale, in questo senso, è la realizzazione della nuova diga foranea. Annunciato da Luigi Merlo nel suo intervento al Logistic Transport di Monaco di Baviera lo scorso 5 giugno, il piano prevede le linee guida del piano che da oggi al 2030 cambierà il volto del porto di Genova e che in in 15 anni porterà la capacità dello scalo ad oltre 5 milioni di teu.

I grandi porti europei si stanno adeguando ai nuovi standard imposti dalla crescita del naviglio commerciale. Perché il porto di Genova possa continuare ad essere competitivo deve adeguare le proprie infrastrutture. L’intervento prioritario e propedeutico alle altre opere è la realizzazione della nuova diga foranea, un’ opera la cui necessità è fortemente condivisa dall’intera comunità portuale” ha affermato Merlo.

images

La nuova diga foranea verrà realizzata a circa 500 metri al largo rispetto a quella presente oggi, e avrà una profondità di circa 40 metri. La realizzazione dell’opera costerà circa un miliardo di euro e potrebbe avvenire in cinque anni. La nuova diga consentirà di accogliere le navi portacontainer fino a 22.000 teu.

Le linee guida del nuovo piano regolatore prevedono, oltre allo spostamento della diga, un’imponente sviluppo del porto commerciale di Sampiardarena e l’adeguamento delle infrastrutture portuali di Voltri, ma anche l’utilizzo di energie alternative e lo sviluppo dell’infrastruttura tecnologica a sostegno del traffico portuale.

Tale ambizioso progetto sarà portato in approvazione in Comitato Portuale entro il mese di luglio, per poi avviare un confronto con le realtà locali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...