La Bike Revolution alla conquista dell’Europa

bike+revolution«La bicicletta è stato il mezzo più venduto l’anno scorso, e ha superato le vendite della auto». Questa frase, che si sente dire sempre più spesso, porta con sè notevoli messaggi, non soltanto economici. La bicicletta, infatti, non è più soltanto un mezzo da usare nei centri urbani di piccole dimensioni in pianura, ma viene considerata sempre più spesso una valida alternativa al trasporto su gomma. Possibile?

BikeItalia riporta che «A fronte di una diminuzione del numero di biciclette vendute corrisponde però un aumento del valore medio di spesa: dal 2011 al 2012 il valore di spesa medio per bicicletta è cresciuto del 26% ed è passato dai 157 € ai 199 €, una tendenza segnata dal fatto che gli Italiani tendono a scegliere biciclette di fascia media sempre di migliore qualità. Il segmento più interessante si sta dimostrando essere quello relativo al ciclismo non sportivo (quindi urbano/trekking ed e-bikes) che da solo copre il 45% dell’intero mercato, segno che è in atto un cambiamento delle preferenze degli Italiani che tendono sempre più a considerare la bicicletta come un mezzo di trasporto e non più solo come un articolo sportivo o per il tempo libero.

Il cambiamento in atto non coinvolge però solamente il lato produzione, ma anche il lato vendita: a causa della diffusione dei grandi centri di distribuzione, di online store dai prezzi imbattibili, del crescente ricorso all’autoriparazione e dell’ampia quantità di informazioni disponibili on line, a soffrire sono soprattutto i negozianti che non hanno saputo adattarsi al cambiamento in corso e offrire le dovute risposte alle domande sempre più specializzate della clientela.»

Mercato della bicicletta in Italia 2008 – 2012

Anno     Produzione        Export             Import       Consumo Interno

2008      2,380,000           1,553,409         704,280      1,800,000

2009      2,585,000           1,284,798         627,398      1,927,600

2010      2,489,000           1,354,320         636,112      1,770,792

2011      2,430,000           1,504,698         744,293      1,669,595

2012      2,195,000           1,263,219         720,158      1,652,014

Intanto, nel resto d’Europa, la bicicletta fa registrare trend positivi e nuove strutture adeguate. In Danimarca, infatti, sono state create delle apposite Bike Highways.
La prima a essere inaugurata, lo scorso aprile, collega la capitale Copenhagen fino a 20 km di periferia. Il progetto è stato creato per i pendolari che si spostano per lavoro percorrendo quotidianamente almeno 5 chilometri. In Paesi come la Danimarca, infatti, è molto più facile essere investiti dai ciclisti che dalle macchine!

Il presidente del Comitato ambiente e crescita verde di Copenaghen, Lars Gaardhøj, ha affermato: «è un detto comune tra i medici che il miglior paziente è il paziente che non si vede mai. Qualsiasi cosa possiamo fare per avere meno inquinamento e meno traffico può rendere più sano, forse più felice, la gente.»

Nelle autostrade per biciclette verranno addirittura inseriti servizi aggiuntivi come la presenza di pompe ad aria ogni chilometro e mezzo e l’aumento dell’illuminazione pubblica.

Pochi giorni fa, intanto, Repubblica riportava: «Barcellona, Lione, Città del Messico, Montreal, New York, Parigi e Rio de Janeiro le 7 città che possono vantare il più alto tasso di penetrazione del sistema di ‘bikesharing’, la condivisione di biciclette in area urbana. Lo attesta una ricerca condotta dall’Institute for transportation and development policy (Itdp) di New York che ha incluso 400 città di 5 continenti dove si stanno mettendo in pratica sistemi per implementare la condivisione delle biciclette.

Lo studio è incluso nella prima guida “The bike share planning guide”, edita dall’Itdp, contenente le best-practices adottate nelle città che offrono questo tipo di servizio ai cittadini. Il servizio risolve in particolare il problema dell’ultimo miglio da percorrere senza auto per chi arriva in città in treno o con gli autobus e deve raggiungere il luogo di lavoro.»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...