Boot Camp #3, una giornata di formazione e coaching a Camogli

hotel1

Entusiasmo, confronto, appartenenza, riflessione. Queste le parole che hanno caratterizzato il “Boot Camp #3” del Gruppo Giovani Imprenditori (GGI) di Confindustria Genova, svoltosi dal 20 al 22 novembre scorso nella meravigliosa cornice di Camogli.L’evento, anche quest’anno realizzato con il coordinamento didattico delle Commissioni congiunte e la sponsorship di Erg, è stato inaugurato con una cena di benvenuto al “Cigae”, locale sulle alture di Santa Margherita con vista mozzafiato.

Abbattiamo muri, costruiamo ponti“: con questa efficace frase si è presentato il 21 novembre, nell’aula del “Cenobio dei Dogi”, splendida sede dell’evento affacciata sul mare, Riccardo Parigi, fondatore di Must – società genovese di comunicazione e formazione aziendale – dando così il via alla prima giornata. Parigi ha fatto riflettere i partecipanti sulla differenza tra squadra e gruppo e su come si possa condurre un team passando da essere capo a essere leader.

Particolarmente apprezzata per il significativo messaggio trasmesso è stata la proiezione del video di Julio Velasco, celebre allenatore della nazionale italiana di pallavolo anni ’90, in cui egli afferma, durante un intervento inerente il team-building, che “gli schiacciatori non parlano dell’alzata, la risolvono“.

10302233_10152812185062597_1164170642519175423_nI giovani imprenditori hanno poi messo in pratica, divisi in tre gruppi, quanto appreso sullo spirito di squadra attraverso la “Marshmallow Challenge”, avvincente e simpatica gara di project e team-management consistente nel progettare e creare la costruzione più alta avendo a disposizione solo 20 spaghetti, un marshmallow, scotch e spago.

Nel pomeriggio è intervenuta in aula Simona Franceschini di FIRE, società genovese di formazione, focalizzando la prima parte del suo intervento sul concetto di qualità: ognuno dei giovani imprenditori ha fornito un personale parere su cosa significhi offrire qualità ai propri interlocutori. In seguito Franceschini ha condotto i partecipanti a un’attenta e proficua analisi SWOT al fine di valutare i punti di forza, debolezza, le opportunità e le minacce in riferimento al GGI.

Molteplici gli spunti emersi che verranno fatti propri dai giovani imprenditori per rendere l’attività del gruppo ancora più di stimolo sia per Confindustria stessa che, in generale, per la città.

Al ristorante “Rosa”, cibo prelibato, buon vino e vista meravigliosa su Camogli hanno accompagnato le riflessioni e le proposte per il futuro del GGI dervianti dagli efficaci stimoli dei docenti. L’indomani, giornata conclusiva, Simona Franceschini ha guidato i partecipanti in un percorso che, coniugando formazione e coaching, è stato volto a riflettere su cosa possa significare l’eccellenza per un’azienda e come si possa configurare l’equilibrio dei rapporti interpersonali in un contesto di gruppo.

Mille miglia cominciano con un passo“. Questo proverbio cinese, citato da Kennedy, può riassumere l’esperienza vissuta dai venti giovani al “Boot Camp #3”, un’esperienza ricca di valori – in primis l’amicizia e l’ottimismo – che ha permesso non solo di consolidare il legame tra i parteciapnti, ma anche di rafforzare l’identitò del gruppo attraverso un re-thinking delle attività associative, per guardare al 2015 da protagonisti.

Il Gruppo Giovani Imprenditori – Genova

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...