Energia solare al giro di boa

jul15_02_114174704

La notizia lanciata da Elon Musk nei giorni scorsi ha fatto il giro del mondo. Dopo anni, sono state create delle “tegole” in grado di assorbire la luce solare e di creare energia elettrica pulita, semplice, disponibile per tutti. E le GigaFactory potrebbero rivoluzionare il mondo. Di cosa stiamo parlando?

Secondo il Corriere della Sera:

Dopo l’auto elettrica e il sistema d’accumulo, ecco l’ultimo tassello della rivoluzione energetica targata Tesla. Il produttore californiano ha lanciato la scorsa settimana le nuove tegole fotovoltaiche firmate Elon Musk. Perfettamente integrati in coppi abilmente ridisegnati, i nuovi pannelli solari Tesla sono indistinguibili dalla massa di tegole poste a copertura delle abitazioni tradizionali. «Un tetto fotovoltaico bello, resistente, in grado di assicurare la produzione di energia elettrica per alimentare case e uffici», ha scandito il fondatore del marchio californiano Elon Musk. Il quale completa così il disegno di autosufficienza dalla rete elettrica, aggiungendo un prodotto per la produzione di energia al sistema di accumulo Powerwall e all’auto elettrica. Per un ecosistema pulito targato interamente Tesla.

Tralasciando per un momento la notizia di per sè, andiamo oltre.

Eni e MIT hanno brevettato delle celle solari così leggere e ultraflessibili da poter essere depositate su una bolla di sapone senza farla scoppiare. Questa nuova invenzione spalanca le porte dello sfruttamento energetico personale a un’infinità di possibilità.

mit-ultrathin-solar-2

Esistono già zaini con pannelli solari integrati, si parla molto di finestre composte da vetro particolare, in grado di fungere esattamente come un pannello solare, rilasciando quindi energia per tutto il condominio o il grattacielo in maniera quasi gratuita, e così via.

Per quanto riguarda l’invenzione Eni-MIT:

400 volte più efficienti rispetto alle conosciute cellule solari in silicio, queste nuove superleggere ed ultraflessibili cellule solari messe insieme da ENI e MIT sono così sottili da potere essere depositate sopra una bolla di sapone senza farla scoppiare. Questo grazie a particolari processi produttivi che partono dalla tecnica di deposizione di vapori ed evaporazione di sottilissimi strati di materiale “solare” di parylene (polimeri di polipropilene depositati per vaporizzazione) necessario. In questo modo lo spessore complessivo è di un cinquantesimo di un capello umano e di mille volte inferiore allo spessore delle cellule solari tradizionali. La conversione in energia elettrica è efficiente e paragonabile a quella delle cellule al silicio. La tecnica utilizzata permetterà di inserire cellule solari direttamente su vestiti o carta. Le implicazioni per l’utilizzo in campo avionico (che richiede meno peso possibile per energia prodotta) non saranno poche.

Andiamo ancora oltre: le GigaFactory.

hero-630x360

Secondo Focus.it:

GigaFactory è la più grande fabbrica al mondo di batterie alimentate a energia solare. La sta costruendo nel deserto del Nevada Elon Musk, patron di Tesla, SpaceX, e altre iniziative ad altissimo contenuto di tecnologia.

Secondo quanto racconta lo stesso Musk nel documentario di Leonardo di Caprio Punto di non ritorno – Before the Flood, 100 fabbriche come questa potrebbero produrre una quantità tale di batterie verdi da soddisfare il fabbisogno energetico di tutto il mondo. Possibile? Secondo i calcoli degli ingegneri di Musk, è possibile. Ma GigaFactory non è una fabbrica come le altre: è una delle più grandi ed evolute del pianeta.

L’impianto è stato inaugurato lo scorso luglio ma al momento è completo solo al 14%. Ultimato, avrà l’estensione di 100 campi da calcio: sarà il secondo edificio più esteso al mondo (il primo è il cantiere di Everett, dove vengono costruiti i Boeing) e offrirà lavoro a oltre 20.000 persone, compreso l’indotto.

La grande era dell’energia solare è finalmente giunta? Pare proprio di sì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...