La formazione aumenta la produttività

Il 25 settembre scorso Fondirigenti ha presentato al Festival dell’Economia i risultati di uno studio, realizzato in collaborazione con la Facoltà di Economia dell’Università di Trento, sulle performance delle imprese aderenti nel quale si rileva il legame significativo tra investimenti in formazione manageriale e crescita della produttività aziendale.

L’analisi è stata compiuta incrociando dati reali appartenenti alle imprese e contenuti nel data base di Fondirigenti. I risultati della ricerca mostrano un effetto positivo della formazione sulla produttività. L’impatto della formazione può essere quantificato in media come segue: il raddoppio della spesa in formazione provoca un aumento del 12% circa di produttività. Per giunta l’effetto che ne deriva è lineare, permettendo alle imprese di ‘scalare posizioni’ nella graduatoria della produttività, sfatando il cliché che la formazione sottrae tempo al lavoro.

Fondirigenti, espressione di Confindustria e Federmanager, associa 14 mila imprese e 80 mila dirigenti ed è il più grande Fondo italiano per la formazione del management. «Solo nell’ultimo biennio – spiega il presidente Carlo Poledrini – abbiamo investito oltre 30 milioni di euro sulle competenze manageriali per l’innovazione e la sostenibilità, finanziando piani formativi e iniziative di ricerca, analisi e promozione della cultura manageriale che oggi più che mai è cultura della sostenibilità».

«Le traiettorie del Festival dell’Economia e di Fondirigenti – sottolinea Poledrini – si sono incontrate in questa quindicesima edizione grazie anche alla disponibilità dei soci e dei nostri vertici. Il tema affrontato è per noi di grande interesse: siamo convinti che limitarsi a finanziare la formazione dei manager non esaurisca i nostri compiti. Ecco perché abbiamo promosso uno studio per la misurazione dei risultati e la valutazione degli impatti dei nostri investimenti sulla competitività delle imprese aderenti».

Misurare i risultati e valutare gli impatti degli investimenti sulla formazione è dunque un must per Fondirigenti. Come già pubblicato dalla Fondazione nel suo Bilancio Sociale d’Impatto, si verifica l’effetto moltiplicatore degli investimenti in risposta alla domanda di qualificazione espressa dalle imprese: 1 euro investito dal Fondo genera 9 euro di investimenti aziendali. Per valorizzare ulteriormente la misurazione dei risultati e nella convinzione che la spinta verso una formazione manageriale competitiva produca impatti positivi sull’efficienza del sistema produttivo, Fondirigenti ha promosso la ricerca presentata nel seminario, “L’effetto della formazione dei dirigenti sulla produttività”, in collaborazione con il dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento.

«Il risultato finale che abbiamo osservato è che c’è senz’altro una relazione tra produttività e formazione. Immaginando una funzione lineare, alla crescita degli investimenti corrisponde un impatto positivo sui fattori di produzione: se vogliamo rendere più chiaro il legame tra le due variabili possiamo affermare il raddoppio della spesa in formazione provoca un aumento del 12% circa di produttività. Questo implica riuscire a scalare la graduatoria della produttività delle imprese».

La crescita della produttività è anche conseguenza della formazione dei dirigenti e incide sulle pratiche manageriali. E’ interessante notare cosa succede alle stesse pratiche in presenza della circular economy: risulta necessario un cambio radicale di alcune di queste, soprattutto in tema di sostenibilità, dalla conoscenza delle nuove tecnologie, a nuovi business model, fino alla gestione delle risorse umane e alle relazioni tra imprese. I dirigenti alla fine sono coloro che implementano le strategie del top management con un conseguente effetto positivo sulla produttività dell’impresa.

Il futuro della formazione

«Dobbiamo spingere le imprese ad investire sulle competenze manageriali», prosegue Poledrini. «Esse sono indispensabili per gestire i processi di trasformazione dei modelli di business richiesti e imposti dai cambiamenti in atto, tra cui spicca senza dubbio la sostenibilità». Non più skills soltanto tecniche, ma una formazione che cambi il modello culturale del dirigente, lo indirizzi verso una valutazione di sostenibilità, prima ancora del risultato economico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...